CK Hutchison annuncia accordo per acquisire il 100% di Wind Tre

A seguito dell’annuncio dell’accordo per acquisire il 100% di Wind Tre da parte di CK Hutchison, riportiamo la traduzione dei comunicati stampa diffusi il 3 luglio da CK Hutchison e VEON.
I testi in originale sono disponibili sui rispettivi siti (in inglese): comunicato CK Hutchison e comunicato VEON.
* * * 

CK Hutchison raggiunge accordo per acquisire il 100% di Wind Tre 

- Wind Tre, operatore leader nella telefonia mobile in Italia, sarà controllato al 100% da CK Hutchison
- CK Hutchison acquisirà da VEON il restante 50% del pacchetto azionario per 2,45 miliardi di euro
- La transazione andrà subito ad accrescere in maniera sostanziale sia gli utili che il cash flow per azione di CK Hutchison



(3 luglio 2018, Hong Kong) – CK Hutchison Holdings Limited (“CK Hutchison” o “CKHH”) ha annunciato oggi il raggiungimento di un accordo per l’acquisizione dell’intera quota (pari al 50%) di VEON in Wind Tre.

La transazione porterà CK Hutchison a detenere il 100% dell’operatore di telecomunicazioni leader nel mobile, in un mercato particolarmente interessante. Si tratta di un passo fondamentale verso il consolidamento di una parte importante delle attività di CK Hutchison nel settore delle telecomunicazioni, che hanno lo scopo di costruire una piattaforma globale per la fornitura di prodotti e servizi di nuova generazione.

Grazie al successo della fusione di Wind e Tre avvenuta nel 2016, l’odierna transazione – sottoscritta per un controvalore cash totale pari a 2,45 miliardi di euro – permetterà a CKHH di continuare a perseguire le sinergie derivanti dall’integrazione dei business delle 2 realtà. Questo consentirà di accrescere in maniera sostanziale utili e free cash flow per gli azionisti di CK Hutchison.

Nel 2017, la proprietà del 50% delle attività di Wind Tre ha contribuito alle finanze del Gruppo CK Hutchison con oltre 1 miliardo di euro di EBITDA e oltre 800 milioni di euro di EBIT. Con l’acquisizione del 100% di Wind Tre, CK Hutchison si garantirà solidi utili ricorrenti per i prossimi anni, aumentando sostanzialmente gli utili per azione (EPS) e creando un eccellente valore per gli azionisti di CK Hutchison.

Commentando la transazione, Canning Fok, Co-Managing Director di Gruppo di CK Hutchison, ha affermato: 
“Siamo felici di diventare gli unici proprietari di Wind Tre, questo ci permetterà di avere una forte piattaforma per generare maggior valore per i nostri azionisti. Siamo stati pionieri nella tecnologia mobile e leader nel digitale da oltre 15 anni in Italia, per questo CK Hutchison intende continuare a investire nel futuro digitale dell’Italia, a beneficio di consumatori e imprese”.

Il completamento della transazione è soggetto all’approvazione degli organi regolamentari europei e italiani. L’accordo dovrebbe chiudersi nel corso del terzo trimestre 2018.
* * *

VEON annuncia due importanti transazioni e definisce le priorità strategiche a breve termine

- Accordo per la vendita del 50% del pacchetto azionario in Wind Tre a CK Hutchison
- Offerta per l’acquisizione delle attività GTH in Pakistan e Bangladesh
- Le due transazioni andranno a riorganizzare il portafoglio di VEON e a ridurre sostanzialmente il coefficiente di leva



Amsterdam, 3 luglio 2018 - VEON Ltd. (NASDAQ: VEON, Euronext Amsterdam: VEON), provider leader nei servizi di connettività e internet, annuncia oggi due importanti transazioni. L’Azienda ha stipulato un accordo con CK Hutchison Holdings Ltd. (“CK Hutchison”) per la vendita del suo pacchetto azionario in Wind Tre (pari al 50%) e ha presentato un’offerta per l’acquisizione delle attività di Global Telecom Holding S.A.E (“GTH”) in Pakistan e Bangladesh.

La vendita del pacchetto di azioni equity di VEON in Wind Tre produrrà proventi per 2.450 milioni di euro, una parte dei quali andrà a finanziare l’acquisizione da parte di VEON di GTH. Il resto sarà impiegato per ridurre il debito che, a seguito del completamento di entrambe le transazioni, produrrà coefficiente di leva netto pro-forma (1) pari a circa 1,8x, significativamente inferiore al coefficiente target di 2,0x.

Tali transazioni rappresentano due passi fondamentali verso l’obiettivo di semplificazione della struttura di Gruppo e di miglioramento del valore per gli azionisti. “Il nostro obiettivo è generare maggior valore per i nostri azionisti attraverso un portafoglio più concentrato e ottimizzato,” ha affermato Ursula Burns, Executive Chairman di VEON. “A tale scopo, la società ha identificato quattro priorità immediate: semplificazione della struttura di Gruppo, aumento del nostro focus operativo sui mercati emergenti, rafforzamento patrimoniale di Gruppo e sostegno all’attuale politica sui dividendi dell’azienda. Le transazioni odierne rappresentano passi importanti in questa direzione”.

“Intendiamo fornire un quadro completo sulla strategia di VEON nelle prossime settimane: questa includerà, tra gli altri, il raggiungimento dell’eccellenza operativa nel nostro portafoglio, supportata da un Head Quarter esperto e rifocalizzato che contribuirà alla crescita del nostro business con un forte orientamento ed esperienza strategica”.

La transazione Wind Tre in breve

VEON ha stipulato un accordo con CK Hutchison per la vendita della propria quota di azioni (50%) in Wind Tre per cui, al suo completamento, VEON riceverà un corrispettivo cash totale pari a 2.450 milioni di euro (equivalente a circa 2.867 milioni di dollari (2)) e CK Hutchison assumerà il controllo di Wind Tre dopo l’uscita completa di VEON.

VEON prevede, al completamento dell’operazione, di registrare un guadagno netto pari a circa 1.100 milioni di dollari (3) e intende utilizzare i proventi per saldare il debito e ridurre il proprio coefficiente di leva finanziaria, a sostegno dell’attuale politica sui dividendi (4), pur continuando a perseguire altre iniziative strategiche.

Una volta conclusa la transazione, il coefficiente di leva netto proforma di Gruppo beneficerà di un miglioramento di circa 0,7x, portando il coefficiente pro-forma a diminuire in diminuzione fino a circa 1,7x.

La transazione è soggetta all’autorizzazione UE e alle necessarie approvazioni degli organi regolamentari italiani.